bannerfoto

I contadini contessioti oltre a dedicarsi alla coltivazione della vite e all'allevamento si sono dedicati da sempre alla produzione di enormi quantità di grano duro che oggi viene venduto ad "ammassi" specializzati nella trasformazione e commercializzazione mentre fino a pochi decenni fa veniva trasformato in loco utilizzando dei mulini ad acqua.

Questi mulini sono ormai in disuso e si trovano ai piedi della collina sulla cui vetta si trova il castello di Calatamauro a circa 5 chilometri da Contessa Entellina in località "scirotta", sono ricoperti da una folta vegetazione e si raggiungono attraverso sentieri, la loro visita può essere quindi associata a quella del castello di Calatamauro.

Ancora oggi, comunque, è possibile capire il loro funzionamento e rappresentano una testimonianza di un passato strettamente legato ad una vita agricola molto viva e fiorente.

 (Fonte:  Calogero Raviotta - Ass. Culturale "N. Chetta")